A volte si formano delle macchie sui denti, che sia il tempo, abitudini sbagliate o, a volte, anche solo sfortuna. Ma ci sono dei modi per evitare che capiti e qualche buona abitudine, oltre al dentista, per aiutare il benessere dei vostri denti.

Quali sono le cause della macchie sui denti?

Purtroppo le cause dei denti macchiati sono tantissime e possono essere tra le più disparate. In linea di massima si possono dividere in due grandi famiglia: demineralizzazione e macchie “ambientali”, ovvero date da elementi esterni come abitudini alimentari.

  • Consumo di cibi macchianti abbinati a una scarsa igiene orale, come caffè, tè, ciliegie, mirtilli.
  • Fumo e uso di tabacco in generale.
  • Alcuni farmaci possono avere questo effetto collaterale o l’assunzione di compresse di ferro.
  • Carie.
  • Assunzione di liquidi estremamente freddi o estremamente caldi.
  • Ereditarietà.
  • Scarsa igiene orale.
  • Carenza di fluoro o assunzione eccessiva.
  • Uso di droghe.
  • Indebolimento dei denti e dello smalto.
  • L’utilizzo di alcune sostanze antibatteriche può macchiare i denti.
  • Demineralizzazione generale dello smalto.

Meglio iniziare fin dai primi anni di vita a proteggere i denti

Secondo gli esperti bisognerebbe iniziare a lavare i denti ai bambini fin da neonati, anche se non li hanno ancora. Allo stesso modo i denti da latte non vanno ignorati solo perchè “temporanei”. Non solo per proteggere il benessere della bocca, ma anche per far sì che i bambini prendano fin da subito queste buone abitudini e se le portino avanti per tutto il corso della loro vita. Questi, inoltre, sono fondamentali per la crescita dell’arcata dentale, oltre a giocare un ruolo importantissimo nello sviluppo del linguaggio e nella masticazione.

Un’altra abitudine da avere fin dai primi anni di vita è proteggere dalla demineralizzazione per impedire la comparsa di macchie sui denti. Meglio, quindi, utilizzare i dentifrici specifici per bambini, più ricchi di minerali e fluoro in modo da proteggere i denti.

Cosa fare quando ci sono macchie sui denti

Prima di tutto c’è da sfatare un mito: i rimedi casalinghi non servono in questo caso. Il limone e cose simili possono avere un effetto sbiancante, ma indeboliscono anche lo smalto rischiando di fare più danni che altro. Nel momento in cui si notano dei problemi ai denti è bene rivolgersi al proprio dentista che troverà l’origine del problema e una soluzione. Può essere una pulizia dentale, sbiancamento o anche l’applicazione di faccette, se il problema è troppo esteso.

Come proteggere i propri denti

Ci sono, infine, delle buone abitudini da avere per proteggere il benessere dei propri denti ed evitare che si macchino. Bisogna lavarli tre volte al giorno e utilizzare il filo interdentale, per esempio. Evitare o abbassare il consumo di alimenti particolarmente macchianti come caffè o bevande gassate ricche di zuccheri. Mentre è una buona abitudine mangiare alimenti crudi e “ruvidi”, come carote o mele, che sfregando sui denti hanno un leggero effetto pulente. E, ovviamente, è una buona idea evitare il fumo.

Non sono grossi sacrifici e possono salvare da grandi problemi.

Mostra tutto
Precedente Olio d’oliva: come sfruttarlo per il benessere della nostra pelle
Successivo Occhi gonfi: qualche consiglio per gestire questo problema
Close

PROSSIMO ARTICOLO

Close

Afta in bocca: come mai vengono le afte e come combatterle

24 Dicembre 2018
Close