Quali sono le misure indicate per un bagno per disabili?

Generalmente, la pianta del bagno per i disabili deve essere quadrata e la misura ideale è di 200 cm x 200 cm. Le dimensioni minime di un bagno per disabili sono di 180 cm X 180 cm. 85 cm per le porte, apertura verso l’esterno. Per quanto riguarda il WC, l’asse della tazza dev’essere posto a una distanza minima di 140 cm dalla parete laterale sinistra e a una distanza minima di 40 cm dalla parete laterale destra. Il lavabo deve avere il piano superiore posto a 80 cm dal calpestio..

Un esempio di bagno per disabili ideale

Che cos’è che non deve mai mancare in un ambiente bagno? Il modello ideale di bagno per disabili non deve essere mai sprovvisto di doccia e vasca doccia, lavabo, lavatoio, accessori per l’igiene come asciugamani, sapone, carta igienica, corrimano, maniglioni e tappetini antiscivolo necessari per evitare inciampi o cadute e assicurare ai pazienti una deambulazione sicura.

Bagno disabili con piatto doccia wc e lavandino
Bagno disabili con piatto doccia wc e lavandino

Ti potrebbe interessare anche Esempi di bagni per disabili

Che cosa bisogna considerare quando si progetta un bagno per disabili?

Progettare un bagno per disabili deve tenere conto delle misure di sicurezza di cui abbiamo avuto modo di trattare poco sopra. Bisogna sempre seguire le indicazioni fornite dalla Normativa del Ministero dei Lavori Pubblici del 14/6/1989 n. 236. Lo spazio per il movimento delle persone, anche in carrozzina, dev’essere adeguato a tali norme.

Ti potrebbe interessare anche Progettare un bagno accessibile per anziani e disabili

Bagno disabili con doccia

Per quanto riguarda la doccia, consigliamo l’installazione di una doccia in continuità con la superficie del pavimento. La doccia deve essere accessibile tanto per la persona disabile quanto per colui che fosse incaricato di assisterla durante la procedura di igiene quotidiana.
bagno disabili con doccia

Bagno disabili: porta scorrevole sì o no?

Nella progettazione di un bagno per disabili la porta scorrevole assume un ruolo fondamentale. Meglio se termina dentro la parete. Nel caso in cui non sia possibile installarla, conviene affidarsi a porte a soffietto.

Antibagno disabili

L’antibagno è il locale antistante al vano destinato ai servizi igienici. La sua presenza è divenuta ormai obbligatoria nelle costruzioni ospedaliere. Le dimensioni dell’antibagno devono essere superiori ai 150 cm x 150 cm, al fine di garantire una rotazione completa della carrozzina.

Conclusioni

Come abbiamo visto, progettare un bagno per disabili a casa deve sempre tenere in conto le misure di sicurezza esposte nella normativa vigente. L’ambiente bagno deve essere sicuro e confortevole, di modo tale che il paziente o la persona anziana possa espletare le sue funzioni di igiene quotidiana senza ansie o problemi di alcun tipo.

Mostra tutto
Precedente Cura e igiene personale nell’anziano non autosufficiente
Successivo Com’è lavorare in una casa di riposo?
Close

PROSSIMO ARTICOLO

Close

Eritemi e sole: come proteggersi e curare la pelle

28 Maggio 2018
Close