Afta in bocca: come mai vengono le afte e come combatterle

Afta_in_bocca_come_mai_vengono_le_afte_come_combatterle

Afta: un problema fastidioso del quale, a volte, può capitare di soffrire. Ma come mai vengono le afte in bocca e come si fa a farle andare via?

Afta: cos’è?

Un’afta è un’ulcerazione della bocca. Iniziamo con una rassicurazione. Al contrario di quanto a volte si crede le afte non sono come l’herpes, non sono contagiose o infettive. Possono essere però molto fastidiose e dolorose. Queste ferite, della dimensione di un paio di millimetri, sono solitamente di colore biancastro o giallastro e circondate da un alone rosso. Si formano all’interno della bocca, sul palato, le gengive, la lingua o la mucosa delle labbra.

Anche se un’afta è solitamente nascosta alla vista e non è contagiosa il problema principale è il dolore che provoca, più o meno intenso a seconda della dimensione dell’ulcerazione e della sua posizione, che può durare fino a cinque giorni. La comparsa di un’afta provoca problemi a masticare, parlare e, a volte, anche a bere.

Perché vengono le afte?

Le ragioni sono varie. La predisposizione genetica è sicuramente un fattore importante quando si cerca la causa delle afte. Solitamente compaiono in momenti in cui le difese immunitarie si abbassano e cambiamenti ormonali (come il periodo del ciclo nelle donne). Inoltre possono anche essere provocate da traumi di diverso tipo, come, per esempio, l’uso troppo aggressivo dello spazzolino. Anche alcuni ingredienti all’interno dei dentifrici possono provocare la formazione delle afte in momenti in cui si è più sensibili. Lo stesso vale per alcuni alimenti, come latte, kiwi, cioccolato o fragole, per esempio.

Infine le afte possono anche essere il sintomo di alcune patologie, come malattie infiammatorie intestinali, celiachia o immunodeficienze. In più anche uno stile di vita sregolato, ansia o stress possono portare alla comparsa di queste ulcerazioni. Le cause quindi sono varie e, anche se la comparsa di un’afta non desta particolare scalpore, se pensate che la causa possa essere qualcosa di più serio è bene affidarsi al parere di un esperto.

Come si fa a eliminare un’afta?

La soluzione è solo una: aspettare. Le afte scompaiono da sole con il passare dei giorni, di solito entro una settimana. Si può, comunque, favorire la guarigione delle afte attraverso l’uso di gel che si trovano facilmente in farmacia. Questi gel aiutano la rigenerazione dei tessuti. Altre cose che si possono fare per rendere la comparsa di afte e la loro guarigione più facile è l’uso di analgesici per gestire il dolore e quello di colluttori, senza alcool.

Abbinati a questo bisogna ricordarsi di seguire una corretta igiene orale e buone abitudini alimentari, per evitare di rischiare di aggravare l’infiammazione. Per esempio è bene evitare alimenti acidi, così come caffè, cioccolato, peperoncino e spezie, per esempio. Anche le bevande troppo calde sono da eliminare per un po’ dalla nostra dieta. E nel giro di qualche giorno l’afta sparirà da sola.